• Via Piccard 16/G, 42124 Reggio E.
  • TEL 0522.511880
  • info@ordinefarmacisti.re.it
  • ordinefarmacistire@pec.fofi.it
Ordine dei Farmacisti della provincia di Reggio Emilia

Il Consiglio dell'Ordine dei Farmacisti ha predisposto un riepilogo informativo sui "DISTRIBUTORI AUTOMATICI IN FARMACIA"  al fine di rispondere ai quesiti posti da alcune Farmacie sulle corrette modalità di utilizzo dei distributori automatici che posssono essere installati all'esterno della Farmacia.

Tale modalità presentata nella nota allegata  è stata concordata e visionata dall'Ufficio Farmaceutico dell'Az.USL Dr.ssa Iori Elisa

                                                                                                                 ********************************

La vendita di prodotti al dettaglio (sia alimentari che non alimentari)  può essere effettuata a mezzo di apparecchi (distributori automatici) installati presso attività commerciali già in esercizio, quindi anche nelle farmacie, oppure attraverso l'allestimento di spazi dedicati esclusivamente a tali distributori.

La normativa che disciplina i distributori automatici è contenuta negli artt. 5 e 17 del D. Lgs. 114/1998 nonché, eventualmente, nelle relative disposizioni regionali e nei regolamenti comunali. 

Non si applica, tuttavia, ai farmacisti e ai direttori di farmacie delle quali i comuni assumono l'impianto e l'esercizio ai sensi della legge 2 aprile 1968, n. 475, e successive modificazioni, e della legge 8 novembre 1991, n. 362, e successive modificazioni, qualora vendano esclusivamente prodotti farmaceutici, specialità  medicinali, dispositivi medici e presidi medico-chirurgici.

Requisiti per l'esercizio dell'attività 

La vendita dei prodotti al dettaglio per mezzo di apparecchi automatici è soggetta ad apposita comunicazione al comune competente per territorio. Nella comunicazione deve essere dichiarata la sussistenza del possesso dei requisiti di cui all'articolo 5 del D. Lgs. 114/1998, il settore merceologico e l'ubicazione, nonché, se l’apparecchio automatico viene installato sulle aree pubbliche, l'osservanza delle norme sull’occupazione del suolo pubblico.

Comunicazione al comune

Per svolgere l'attività, la farmacia deve presentare Segnalazione certificata di inizio attività al SUAP come previsto dall'articolo 19 della Legge 07/08/1990, n. 241. La Segnalazione certificata di inizio attività deve essere presentata solo per avviare l'attività di distribuzione degli apparecchi. Sui siti web dei comuni sono indicate le modalità (anche on line) di trasmissione della comunicazione. 

La vendita con apparecchi automatici effettuata in apposito locale ad uso esclusivo, è soggetta alle stesse disposizioni dell'apertura di un esercizio di vicinato (articolo 17 del Decreto Legislativo 31/03/1998, n. 114), con modulistica differente. 

L’attività può essere iniziata trascorsi 30 giorni dall’avvenuta comunicazione.

Copia della S.C.I.A.,corredata degli estremi dell’avvenuta ricezione da parte del Comune, deve essere presentata al Registro delle Imprese della CCIAA entro 30 giorni successivi all’effettivo verificarsi del fatto (inizio attività).

Quali prodotti possono essere inseriti all’interno dei distributori automatici

Sulla base delle disposizioni vigenti, è vietata la dispensazione dei medicinali attraverso distributori automatici, ovunque collocati. L’articolo 122 del R.D. 27 luglio 1934, n. 1265 (TULS), infatti, stabilisce espressamente che “la vendita al pubblico di medicinali a dose o forma di medicamento non è permessa che ai farmacisti e deve essere effettuata nella farmacia sotto la responsabilità del titolare della medesima.”

Attualmente, infatti, le modalità previste e regolate dalla legge – e pertanto consentite – di cessione al pubblico di SOP e OTC sono la dispensazione al “banco” e il commercio elettronico, quest’ultimo disciplinato con rigore e dettagli dall’art. 112-quater del D.Lgs. 219/2006, aggiunto dal D.Lgs. 17/2014.

Quindi, la distribuzione di OTC e SOP mediante un distributore automatico è in principio illecita. 

La dispensazione di medicinali attraverso distributori automatici comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da € 51,65 ad € 516,46, sempre che la condotta non integri gli estremi di un reato (art. 348 c.p. - esercizio abusivo della professione; art. 443 c.p. – commercio o somministrazione di medicinali guasti).

Per quel che riguarda, invece i prodotti parafarmaceutici, questi possono essere inseriti all’interno dei distributori. 

Approfondimento

L’11 marzo 2019, il ministero della Salute ha emanato una nota in risposta ad una richiesta di parere formulata da Federfarma in relazione a talune modalità di vendita e dispensazione al pubblico di medicinali Sop, che includono l’uso di distributori automatici. Il ministero ha preso una posizione molto restrittiva sul punto, fornendo un’interpretazione rigorosa della normativa applicabile. Il ministero ha ritenuto che l’attività in questione sia illegittima in quanto si configura come vendita di medicinali al di fuori dei canali autorizzati, in violazione dell’articolo 122 del regio decreto n. 1265/1934, in base al quale “la vendita al pubblico di medicinali a dose o forma di medicamento non è permessa che ai farmacisti e deve essere effettuata nella farmacia sotto la responsabilità del titolare della medesima” (oggi anche nelle parafarmacie ai sensi del d.l. n. 223/2006).

 

Rammentando l’obbligatorietà dell’aggiornamento professionale, per tutti gli operatori sanitari, come previsto da numerose disposizioni normative (D.Lgs. 502/1992, D.L. 138/2011, L. 148/2011 e DPR 137/2012 - che al comma 1, in particolare, prevede che “la violazione dell'obbligo di cui al periodo precedente costituisce illecito disciplinare.” - ed espressamente inserita nell’art. 11 del nuovo testo del Codice deontologico del farmacista) sensibilizziamo i nostri iscritti ad iscriversi sul sito del Cogeaps http://application.cogeaps.it/cogeaps/login.ot . Il Cogeaps è la banca dati dei crediti ecm utile per il controllo dei crediti svolti e per verificare la propria situazione aggiornata in vista della conclusione del triennio 2017/2019.

COSA SI PUO’ FARE SUL SITO COGEAPS? Dopo essersi logati sul sito del Cogeaps è possibile agire in modo passivo o in modo attivo. Elenchiamo di seguito le operazioni che potete svolgere:

PASSIVO (parte consultativa):

  • Consultare la propria scheda anagrafica
  • Visualizzare i corsi ecm a cui si è partecipato (SEZIONE PARTECIPAZIONE ECM)
  • Ottenere un calcolo dei crediti utili al soddisfacimento dell’obbligo formativo completo di riduzioni dovute a varia natura – ESONERI-ESENZIONI-DOSSIER INDIVIDUALI-DOSSIER DI GRUPPO-RIDUZIONI DERIVANTI DAL TRIENNIO PRECEDENTE (SEZIONE PARTECIPAZIONE ECM)
  • Consultare il proprio Dossier di Gruppo (SEZIONE PARTECIPAZIONE ECM).
  • Nella sezione richieste troverete tutti gli inserimenti e le modifiche a loro richieste

ATTIVO (parte interattiva e di inserimento):

  • INSERIRE UN DOSSIER FORMATIVO INDIVIDUALE: il Dossier Formativo è rivolto a coloro che vogliono programmare il proprio percorso formativo esplicitando le proprie esigenze in base agli obiettivi formativi e vedersi riconosciuto, in caso di realizzazione di almeno il 70% del dossier programmato, un bonus di 10 crediti nel triennio in corso e ulteriori crediti nel triennio successivo rispetto a quello in cui si è costruito il Dossier Formativo. Clicca qui per scaricare le istruzioni per costruire il proprio Dossier Formativo.

 Il Dossier Formativo Individuale e il Dossier di Gruppo sono compatibile ed esiste la possibilità di attivarli entrambi. Nel caso di esoneri o esenzioni per l’intero triennio i Dossier Formativi individuali o di Gruppo viene considerato come non soddisfatto.

  • INSERIRE CREDITI MANCANTI: segnaliamo che il Cogeaps riceve, generalmente, entro 90 giorni dai provider i crediti relativi ai corsi completati, superati e rendicontati e in linea di massimo entro 60 giorni li inserisce e potrete vedere riconosciuti nel Vostro prospetto. Per vedersi riconosciuti i corsi Fad invece bisogna considerare che le tempistiche si dilungano in quanto i 90 giorni partono dalla data di scadenza del corso che quasi sempre non coincide con la data un cui il professionista ha concluso il corso. Dopo aver tenuto conto di questa premessa, in caso non vediate il corso svolto nel vostro prospetto e lasciando al Cogeaps tempo per l’inserimento, potete inserire voi i crediti mancanti.
  • INSERIRE ESONERI DAI CREDITI ECM: sono esonerati dall’obbligo formativo ECM i professionisti sanitari che frequentano in Italia o all’estero corsi di formazione post-base annuali (laurea specialistica, diploma di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitari di I e II livello). La misura dell’esonero è di 1 credito ogni 3 ore di frequenza dichiarata o autocertificata. L’esonero non può in alcun caso eccedere di 1/3 dell’obbligo formativo individuale triennale per ciascun anno di attribuzione.
  • Clicca qui per scaricare l’autocertificazione per esonero
  • INSERIRE ESENZIONI DAI CREDITI ECM: sono esentati dall’obbligo formativo ECM i professionisti sanitari che sospendono l’esercizio dell’attività professionale lavorativa. L’esenzione dà diritto alla riduzione dell’obbligo formativo nella misura di 4 crediti al mese. L’esenzione viene calcolata nella misura di 2 crediti ogni 15 giorni continuativi di sospensione dall’attività professionale. L’esenzione non può in alcun caso eccedere di 1/3 dell’obbligo formativo individuale triennale per ciascun anno di attribuzione.

         Clicca qui per scaricare l’autocertificazione per esenzione

  • INSERIRE CREDITI DA AUTOAPPRENDIMENTO: per completare l’obbligo formativo si potrà fare ricorso anche all’istituto dell’autoformazione nella misura massima del 20% dell’obbligo formativo triennale.Rientrano nell’istituto dell’autoapprendimento le seguenti attività formative svolte dai farmacisti:
  • Partecipazione a corsi/incontri/eventi/attività di aggiornamento professionale di vario tipo organizzati o promossi dalla Federazione, dagli Ordini territoriali, da Associazioni professionali , da Società Scientifiche o altri soggetti con esperienza in campo sanitario.
  • Partecipazione ad eventi di volontariato svolti dai farmacisti italiani e, in particolare, quelli ralizzati dal Banco Farmaceutico o dall’Associazione Nazionale Farmacisti Volontari per la Protezione civile
  • Lettura delle pubblicazioni ufficiali della Federazione e più precisamente, la rivista cartacea “IlFarmacista” e la relativa versione digitale www.ilfarmacistaonline.it che consentiranno di acquisire n.1 credito al mese
  • Lettura settimanale dell’Ordine dei Farmacisti di Reggio Emilia che consentirà di ottenere 0,25 crediti ogni settimanale letto (deliberato con il Consiglio dell’Ordine del 21/06/2019).

      Per scaricare la guida, utile per aiutarVi ad inserire i crediti da autoapprendimento nel Cogeaps clicca qui

      Clicca qui per scaricare l’autocertificazione per autoapprendimento

  • SPOSTAMENTO CREDITI ECM: La Commissione nazionale per la formazione continua, dà la possibilità a tutti i professionisti sanitari che nel triennio 2014/2016 non abbiano soddisfatto l’obbligo formativo individuale triennale di completare il conseguimento dei crediti con formazione ECM svolta nel triennio 2017/2019, al netto di esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni. I crediti maturati entro il 31 dicembre 2019, acquisiti quale recupero del debito formativo e trasferiti per competenza al triennio 2014-16, non saranno considerati ai fini del soddisfacimento dell’obbligo del triennio 2017/2019. I crediti indicati quali recupero dell’obbligo formativo per il triennio 2014/2016 potranno essere spostati di competenza per l’intero valore della partecipazione e, agli stessi, verranno applicate le norme del triennio 2014/2016; tale spostamento sarà irreversibile. Potranno essere destinate al recupero le partecipazioni registrate nella banca dati del Co.Ge.A.P.S. e una volta spostate non verranno più conteggiate nel triennio in cui sono state originariamente acquisite. 
  • CREDITI DA TUTORAGGIO: tra le principali novità introdotte, si segnala che per i Referenti farmacisti che seguono gli studenti nello svolgimento del tutoraggio curriculare pre-laurea è previsto il riconoscimento di n.1 credito formativo ogni 15 ore di attività. Dal momento che il tirocinio curriculare corrisponde ad un impegno di 900 ore per l’Università di Parma e 936 per l’Università di Modena e Reggio Emilia verranno assegnati 60 crediti per Parma e 62 per Modena. Lo stesso attestato verrà inserito dal nostro Ordine e non comporterà nessun impegno da parte vostra.

Ricordiamo che per il triennio 2017/2019 il professionista sanitario deve assolvere, in qualità di discente (partecipante a corsi ECM) almeno il 40% del proprio fabbisogno formativo triennale. La residua parte del 60% dei crediti può essere maturata anche mediante attività di docenza, autoapprendimento e tutoraggio pre-laurea

Ci teniamo a segnalarVi che potete tranquillamente inviarci la documentazione relativa ad esoneri, esenzioni ed autoapprendimento alla segreteria dell'Ordine, che provvederà all'inserimento sul sito del Cogeaps, alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o portarla presso i nostri uffici.

La sesta edizione di FarmacistaPiù si svolgerà a Milano nei giorni 4 e 5 ottobre 2019 presso la struttura congressuale MiCo e avrà come titolo : CONOSCERE, INNOVARE EVOLVERE  - strategie della professione per l’efficienza e la sostenibilità del sistema sanitario.

Il programma preliminare dei lavori congressuali lo potrete consultare cliccando qui

FarmacistaPiù anche quest’anno ha previsto l’assegnazione dei seguenti premi:

PREMIO ALLO STUDIO GIACOMO LEOPARDI – con la finalità di evidenziare il valore delle competenze professionali ome presupposto per l’affermazione di ruolo e funzioni; possono concorrere gli autori di tesi di laurea in Farmacia o CTF, oppure di lavori scientifici a carattere monografico inerenti i temi indicati dal bando;

PREMIO ALLA SOLDARIETA’ “COSIMO PICCINNO” – per celebrare le migliori iniziative di solidarietà realizzate da farmacisti in ambiti inerenti la professione farmaceutica

PREMIO ALL’INNOVAZIONE “RENATO GRENDENE” – per valorizzare e diffondere le migliori esperienze innovative, realizzate da farmacisti nell’ambito dell’esercizio della professione, che abbiano determinato benefici per i pazienti e/o il miglioramento dei livelli di governance del comparto.

PREMIO “OSVALDO MOLTEDO” – il premio intende onorare la memoria del Dott.Osvaldo Moltedo il cui impegno politico-professionale ha lasciato una traccia indelebile nell’intera famiglia dei Farmacisti italiani. Sono in corso di valutazione gli aspetti di dettaglio.

I bandi saranno consultabili dal 18/07 sul sito www.farmacistapiu.it nella “sezione premi” e gli interessati potranno presentare la propria candidatura entro il 16/06, seguendo l’apposita proceduta online e le indicazioni contenute negli stessi bandi.

 POSTER SCIENTIFICI

La sesta edizione di FarmacistaPiù, come nel passato, prevede anche un’area poste e position paper nella quali i farmacisti potranno esporre un lavoro tecnico-scientifico inerente al propria attività professionale. L’abstract del lavoro essere inviato a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 16/09/19 e sarà valutato dal Comitato Poster ai fini dell’accettazione. Entro il 30/09 l’autore riceverà una e-mail di conferma dell’accettazione per poter procedere con la realizzazione del poster, esposto poi durante il congresso in apposita area a ciò destinata.

Seguirà a breve il programma definitivo.

© Ordine dei Farmacisti della provincia di Reggio Emilia 2008-2019 - Powered by SpoonDesign & Studiofarma